Blog

, , , , , ,

Si conclude così la stagione 2013-14, impegnata nel debutto di due meravigliose seppure diverse produzioni degli Amici di Jachy: il musical Il Violinista sul Tetto, interamente tradotto in italiano per la prima volta, e il “monologo a due” Tango di Francesca Zanni.

Cosa diciamo di noi…

Peter3

 

 

Pietro Barbieri (protagonista in Il Violinista sul Tetto)
“In genere, la soddisfazione più grande…è sempre quella di uno spettacolo ancora da fare! Nel caso specifico, penso che la massima dimostrazione del bel lavoro che abbiamo fatto in questa stagione, al di là dei premi e della risposta sempre davvero entusiasta del pubblico, sia stata l’essere stati chiamati, con riferimento ad uno spettacolo che parla di ebrei, da ebrei per una replica…destinata ad ebrei, il tutto in una location veramente di prestigio. Quindi, appuntamento per tutti a Milano il 21 settembre, ne vedremo delle belle!”

 

Marti2

 


Martina Lodi (protagonista in Tango)

“Lasciare per un po’ il personaggio di Carla è come lasciarsi dietro un pezzetto di me, perché, come mi piace ripetere, mi è entrata nella pelle. Forse sarebbe stato impossibile il contrario. Sono state repliche intense e divertenti grazie a tutto il cast e al pubblico. Grazie a quest ultimo (di nuovo e per sempre) per il calore che ci ha dimostrato in ogni città”

 

 

Pigna

 

Paolo Pignero (regista degli Amici di Jachy)

“Quest’anno è stato molto faticoso, ma ci ha visti uniti nella realizzazione di due grandi progetti che ci hanno regalato numerose soddisfazioni. Ringrazio tutti coloro che ci hanno sostenuti ed accolti nelle diverse rappresentazioni a Genova e nel resto di Italia… Rimanete con noi anche il prossimo anno, le sorprese non sono finite!”

 

Cosa dice di noi la stampa…

Il Violinista sul Tetto:
“…ha poco da invidiare al suo altisonante omologo americano, se non per la mancanza in teatro dell’orchestra, e che fa veramente impallidire alcuni prodotti nostrani (professionisti?)…un prodotto di altissima qualità, ben recitato, ballato e cantato…Un lunghissimo applauso finale ha accompagnato, meritatamente, questo delicato “violinista” e questa bravissima compagnia “di nome” amatoriale che, nel congedarsi dal viterbese e dal Bianconi, non ha fatto venire in mente altro che un “ma quando tornate?”
(L. Lattanzi e M. Marcoaldi –  Tusciamedia)

Il Violinista sul Tetto:
“…scalza il luogo comune musical=teatro leggero. Siamo grati agli organizzatori della manifestazione di aver portato alla ribalta del Lauro Rossi una compagnia nuova, ben strutturata e artisticamente di alto livello, diretta da un valente regista.”
(Cronache Maceratesi)

Il Violinista sul Tetto:
…ha funzionato tutto a meraviglia. Gran bel pomeriggio. E adesso mi è venuta voglia di rileggere Tevye il lattivendolo e un po’ tutto Shalom Aleicheim. Che poi tutto è impossibile, mancano le traduzioni, tutto quello che ho trovato fino ad adesso. E sempre rimanendo sulle traduzioni quello spettacolo aveva tutte le canzoni tradotte in italiano e io ho apprezzato molto il poter capire che cosa stavano cantando.” (Blogger – latteaigomiti.blogspot.it)

Tango:
“A mano a mano che il monologo dei due andrà avanti si apprenderanno tanti tasselli, sì da ricomporre il finale mancante al puzzle…Nel silenzio iniziale si diffonde struggente la musica di un tango e prima due ballerini e poi altri tre si affiancano, esprimendosi in una coreografia appassionata. Lo spettacolo, che ha coinvolto nel profondo il pubblico in sala, è stato ottimamente diretto da Paolo Pignero, Bravi, regista e Compagnia “Gli Amici di Jachy”, nel portare in scena e all’attenzione un dramma che ancora continua.”
(M. Serritiello – Lapilli.eu)

Tango:
“La loro testimonianza, supportata da veri danzatori di tango, racchiude il senso di una Storia su cui c’è ancora molto da scoprire. Tanti applausi hanno echeggiato al termine dello spettacolo. Con elementi semplici ma di forte impatto, ‘Tango’ ha saputo contenere la carica emotiva della vicenda illustrata, mostrandola dal punto di vista delle vittime, sottolineando l’importanza della memoria. Il teatro informa, insegna, sensibilizza. Un palcoscenico riesce a raccontare pagine atroci della Storia umana in modo più vivo e diretto rispetto ad un libro.”
(A. Sicilia – Osservatorio Oggi)

Cosa dicono di noi i numeri…

Il Violinista sul Tetto:
7 rappresentazioni
5 festival
9 premi

Tango:
7 rappresentazioni
5 festival
7 premi

 

 

…e voi cosa dite di noi?

 

 

La compagnia Gli Amici di Jachy vi ringrazia per il calore dimostrato per il 18esimo anno di fila, e vi aspetta per lo spettacolo estivo della rassegna Luci sui Forti: EROICA BOULEVARD, il 4-5-6-8-9-10 Luglio a Villetta Dinegro – Castelletto, Genova.

…Stiamo lavorando per voi!