Storia

La compagnia teatrale “GLI AMICI DI JACHY” si forma nel 1994 attorno ad un piccolo gruppo di amici accomunati da una grande passione per il palcoscenico e che già provenivano da precedenti esperienze teatrali, e inizia il suo percorso grazie al sostegno fondamentale di Modestina Caputo, direttrice della scuola di recitazione “La Quinta Praticabile” di Genova, con la rappresentazione di “La Famiglia Antrobus” di Thornton Wilder nel lontano 1996.

Da allora la compagnia si è cimentata inizialmente nella prosa (“Bastardi”- di Paolo Pignero, La collina dei Conigli”), per poi aprirsi alla commedia musicale nel 1998 con la prima rappresentazione di “Hello Dolly- La sensale di Matrimoni”.

Negli anni seguenti Paolo Pignero, con il supporto di una compagnia sempre più numerosa e produttiva, ha portato avanti parallelamente i progetti di prosa e di commedia musicale con “Piccola città” di Thornton Wilder, “Aggiungi un posto a tavola”, “Alleluja brava gente” e “Rugantino” di Garinei e Giovannini, guadagnando un sempre crescente giudizio positivo da parte di pubblico e critica.

Tutto il 2003 viene poi impiegato per la messa in scena di uno dei lavori più complessi e, succcessivamente, di maggior successo della Compagnia: un musical ambientato nelle savane africane, ispirato alla storia del famoso cartone della Walt Disney “Il Re leone”.
Il nuovo progetto richiede quasi un anno di prove, con un peculiare studio sui trucchi e sui costumi, e debutta nell’aprile del 2003 a Genova con grandissima partecipazione di pubblico. Successivamente, “Savuti Dreams” viene riproposto nei dieci anni successivi in oltre 40 occasioni in teatri, anche maggiori, di Genova e della Liguria, ma anche di altre regioni italiane (Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Veneto; memorabile poi, nel 2012 un’esibizione in lingua inglese/tedesca a Colonia, in Germania, in favore di Harnas Foundation).
Nel 2006, con “Savuti Dreams”, gli Amici di Jachy vincono il primo premio nel Festival Nazionale di Teatro Amatoriale di Viterbo;  nel 2012, nel corso della Rassegna Teatrale 2011 – Camminando Attraverso la Voce del Politeatro di Milano,  la compagnia riceve il premio per migliore attrice non protagonista (Daniela Stopponi nella parte di Rafiki) per il migliore attore non protagonista (Paolo Marcaccini, nella parte di Pumba).

Da allora gli Amici di Jachy ogni anno ripropongono i loro cavalli di battaglia, e si cimentano in nuove produzioni come “La bocca del Lupo” di Remigio Zena (2007), “Paganini- l’ultimo viaggio” di A. Bagnasco e Iovino (2008), “Pinocchiaccio – Opera Rock” di G. Lamberti e G. Cappelletti (2009), “Natale in casa Cupiello” – di E. De Filippo (2011), allestendo ogni estate uno spettacolo inedito itinerante nelle suggestive location genovesi di Forte Sperone (Luci sui Forti 2005-2010), e della Lanterna (2011-2012).

Nel 2012 la compagnia da inizio alla produzione della prima versione autorizzata del Violinista sul Tetto in lingua italiana in versione integrale, che viene messa in scena nel gennaio del 2013, con grande soddisfazione da parte della compagnia, e grande risposta da parte del pubblico.