10723054_10204244122959261_1452730389_o

Controtempo

Il vento faceva vibrare il doppio gioco di corde, con un suono che nessuno era mai riuscito a ottenere.

“Quelle due aste d’argento che spuntavano da terra sembravano così alte … Il vento faceva vibrare il doppio gioco di corde, con un suono che nessuno era mai riuscito a ottenere …”

Jeanne possiede una tiorba che è un pezzo straordinario: emette un suono che non assomiglia a nessun altro, e ascoltarlo fa tremare le vene. Ma nel giorno in cui la passione di Jeanne per la tiorba può cambiare la sua vita, una serie di eventi sembra accanirsi contro di lei. Ma sono solo deboli note rispetto alla valanga che, controtempo, sta per travolgerla.

“Fatemi uscire di qui!!” E’ una mattinata limpida a New York e Jeanne, musicista francese di casa a New York, è intenta a prepararsi per sostenere la più importante audizione della sua vita con la sua splendida e preziosissima Tiorba.Ma l’appartamento che divide con il suo fidanzato non-marito Greg è chiuso dall’esterno e le chiavi non si trovano…

In questa situazione comicamente claustrofobica, complice il telefono, Jeanne cerca tutte le soluzioni possibili per uscire in tempo. Tra fabbri indisponenti, una madre opprimente, un fratello in crisi, una donna di servizio indolente e un fidanzato disinteressato,la frenetica ricerca delle chiavi trascinerà Jeanne e lo spettatore dentro un vorticoso quanto tragicomico valzer telefonico.

Costruita con un ritmo sempre più incalzante, Christian Simeon ci consegna in pasto un testo che sotto la trama dell’ironia nasconde l’inquietudine crescente che vede le vite individuali perdersi nel labirinto delle proprie paure.

10636932_10205070863721923_6089970702435105275_o